[A] Le recensioni di ClubDante

Ilide Carmignani
Italia

FacebookTwitterLinkedInMail-To

Tutti i racconti


L’arte del narrar breve


di Ilide Carmignani

«Quando scrivi un romanzo, a volte può succedere che i personaggi ti sfuggano un po’ di mano, e va benissimo, a patto che poi tu riesca a recuperarli e a ricondurli sul sentiero prestabilito. Nel racconto, non può accadere neanche questo, non ne hai il tempo e la possibilità, eppure in quel genere mi sento a mio agio perché la sfida è terribile: il racconto è narrazione pura». Questo confidava Luis Sepúlveda all’amico Bruno Arpaia davanti a un asado, nel giardino della sua casa di Gijón, nelle Asturie. A distanza di anni da quella serata escono da Guanda, a cura dello stesso Arpaia, Tutti i racconti dello scrittore cileno. Da sempre infatti, a fianco di romanzi che talvolta sfumano nel giallo o nel noir, di libri di viaggio o per ragazzi, Sepúlveda ha coltivato l’arte della narrazione breve: storie di amore e disamore, di viaggio e di guerra, di ideali e d’avventura, che portano il lettore dalla Terra del Fuoco alla Spagna, dal Nicaragua ad Amburgo, da Santiago del Cile a Parigi, a fianco di personaggi marginali ¬- vecchi anarchici, fachiri, puttane, studenti, investigatori, giornalisti, venditori ambulanti, guerriglieri ¬  capaci però di grandi gesti di resistenza, pronti ad andare «di sconfitta in sconfitta fino alla vittoria finale».
Fra tutti i racconti, la raccolta include anche sei inediti che esplorano con la consueta ironia nuove forme di intolleranza, piccole grandi paranoie della nostra società. Come sempre la narrazione avanza lieve ma decisa: Sepúlveda si muove con la cura di chi «pur avendo tutto il grande mare a disposizione, sa che basta un lieve tocco di timone per allontanarsi dalla rotta». La lezione di Cortázar e Hemingway lo ha spinto fin dall’inizio verso uno stile vigoroso e asciutto, quasi impastato di silenzi, a cui ha certamente contribuito la formazione giornalistica. Quando giovanissimo collabora con il quotidiano "Clarín", il capocronista Surita legge i suoi articoli e ripete: «Racconta con pochissime parole, senza infiorettature. Vai all'essenziale, racconta l'essenziale». Altrettanto vivo, e non stupisce in un autore che ama definirsi un “raccontatore di storie”, è il richiamo all’oralità, a modalità di comunicazione capaci di coinvolgere il lettore in maniera immediata e istintiva, senza alcuna magniloquenza letteraria, così come spicca la visualità della scrittura, forse per influenza del linguaggio cinematografico che Sepúlveda ha sperimentato da sceneggiatore e da regista, o forse per una dote intrinseca che si è poi esplicitata in varia forma. Potrei evidenziare molti altri aspetti di questa raccolta, accennando per esempio alla grande abilità con cui l’autore costruisce dialoghi fulminanti, non a caso ha studiato drammaturgia: sono una dei quaranta o cinquanta traduttori che Luis Sepúlveda ha sparsi per il mondo e su queste pagine ho trascorso giorni e giorni, ma  preferisco concludere dicendo che se leggerli e tradurli a suo tempo è stato bello, rileggerli adesso lo è ancora di più. Come scrive lui stesso in uno dei miei racconti prediletti: «Le parole sono come il vino: hanno bisogno di respiro e di tempo perché il velluto della voce riveli il loro sapore definitivo».

© Copyright ClubDante

Luis Sepúlveda
Tutti i racconti
A cura di Bruno Arpaia
Traduzione di Ilide Carmignani
Guanda, Milano 2012
Pagg. 474, € 18,50


 

Tutti i racconti - Guanda (2012)
Tutti i racconti
Luis Sepúlveda
Guanda
2012
Acquistando questo libro sul tuo sito di vendita abituale,
potrai sostenere ClubDante senza alcun costo aggiuntivo:
la Feltrinellibol.itfnacamazonibs.it
Copyright 2012 by Empower Consulting Srl. Tutti i diritti sono riservati.
ClubDante S.r.l. è una società del Gruppo Empower Consulting S.r.l..
Tutti i servizi di comunicazione digitale del Portale sono forniti per mezzo della piattaforma Mail-Maker.