[A] Dall'Agorà di ClubDante

Giovanni Dozzini
Italia

FacebookTwitterLinkedInMail-To

Gli innamoramenti di Marías


02/02/2013

 

Javier Marías è ormai entrato a far parte della cerchia ristretta degli scrittori contemporanei di valore riconosciuto grandemente, e a livello internazionale, tanto dalla critica quanto dal pubblico. Il suo nuovo romanzo Gli innamoramenti (traduzione di Glauco Felici, morto non molto dopo aver portato a termine il lavoro, Einaudi, 312 pp., 20 euro) porta conferma delle sue doti innumerevoli, prima tra tutte la capacità di entrare, o verrebbe meglio da dire scivolare, nei complicati e spesso farraginosi ingranaggi del pensiero umano.

Come gli accade di solito, Marías impiega molto tempo per raccontare storie in cui accadano poche, pochissime cose. Si tratta di accadimenti insoliti, per di più, anzi eccezionali, in cui si gioca con la verosimiglianza fino all’estremo, e che servono proprio per legittimare il vorticare di riflessioni che poi daranno corpo al romanzo. In questo Gli innamoramenti somiglia molto a Domani nella battaglia pensa a me, una delle opere di maggior pregio e successo dello scrittore madrileno: la vicenda prende il via da una morte verificatasi in un modo e in un contesto fuori dalla norma, e che scatena turbini cerebrali ed etici e strenui corpo a corpo tra i personaggi.

Marías decide di raccontarla mettendosi nei panni e nella testa di una donna, senza rinunciare, tra la raffica di considerazioni esistenziali e filosofiche che accredita a lei e agli altri protagonisti, a non poche riguardanti proprio la natura femminile e quella maschile. E a volte nel flusso di coscienza di María emergono tratti che si potrebbero definire adolescenziali, come se l’autore volesse rimarcare quanto contano, nel modo di pensare e di sentire e di comportarsi di una persona adulta, i retaggi di quella stagione così cruciale e amata, nel ricordo quasi vezzeggiata, da ognuno di noi.

C’è un omicidio, insomma, c’è un balordo che uccide un uomo perbene e affermato per strada e senza motivo, e poi c’è una lunga esplorazione dei pensieri e dei retro-pensieri di individui che in un modo o nell’altro avevano avuto a che fare con la vittima. Marías stratifica il suo romanzo con pazienza, lentamente, lavorando molto sul potere della suggestione, sulla speculazione, sulla dietrologia, e naturalmente, o non avrebbe mai scelto un tale titolo, chiama in causa anche i sentimenti, che alla fine, nonostante tutto questo poderoso rimuginare, e a fronte della loro elementarità, sembrano essere l’unico e autentico motore delle azioni umane – o perlomeno delle più considerevoli, o perlomeno di quelle considerate in questa storia.

E gioca di sponda con la letteratura, Marías, e in particolare con i grandi narratori francesi dell’Ottocento, e anche con se stesso: Balzac e Dumas lo soccorrono per dare forza a una sorta di paradigma che torna buono per questa vicenda ambientata nella Madrid borghese e alto-borghese dei giorni nostri, in cui spunta anche, e con un ruolo di non esiguo rilievo, quel Ruibérriz che avevamo già conosciuto in – ecco un altro, più esplicito ma in fondo meno rilevante, trait d’union - Domani nella battaglia pensa a me e nel breve Malanimo. Il risultato è invidiabile, anche se le tortuose vie intraprese ininterrottamente dalla lingua, fatte di deduzioni e contro-deduzioni e mirabolanti giri su se stesse, a tratti costano al lettore una fatica indiscutibile. Ma una fatica che vale la pena di affrontare, e che si mescola compiutamente e forse necessariamente al piacere, alla soddisfazione intellettuale e al turbamento dei sensi. 

 

© Copyright ClubDante

Gli innamoramenti - Einaudi (2012)
Gli innamoramenti
Javier Marías
Einaudi
2012
Acquistando questo libro sul tuo sito di vendita abituale,
potrai sostenere ClubDante senza alcun costo aggiuntivo:
la Feltrinellibol.itfnacamazonibs.it
Copyright 2012 by Empower Consulting Srl. Tutti i diritti sono riservati.
ClubDante S.r.l. è una società del Gruppo Empower Consulting S.r.l..
Tutti i servizi di comunicazione digitale del Portale sono forniti per mezzo della piattaforma Mail-Maker.