[A] Dall'Agorà di ClubDante

Giorgio Fontana
Italia

FacebookTwitterLinkedInMail-To

Come ti è venuta quell'idea?


25/07/2012

Una delle domande più ricorrenti alle presentazioni dei libri - mie e di colleghi - è: Come ti è venuta l'idea per questo romanzo? Confesso che per me si tratta di una domanda incomprensibile. Non so mai cosa rispondere, semplicemente perché non ho la minima percezione del processo creativo, buono o cattivo che sia: non so cosa succeda nel cervello quando nasce una storia, e francamente credo non si tratti affatto di un singolo istante, o di qualcosa che si possa ridurre a un "come" - a una spiegazione o quantomeno a una descrizione. La verità è che nemmeno mi interessa. Anzi, in un certo senso mi fa paura: per questo dico che indagare i modi in cui si genera uno scritto è un po' come cercare a tutti i costi il trucco dietro il gioco di prestigio. Ma una volta che si è scovato il trucco, si rimane semplicemente con un senso di vuoto: il gioco è finito. E io non voglio che il gioco finisca. Io voglio continuare a stupirmi, e a giocare. Stamane ero in aereo. A un certo punto ho messo insieme il pezzo di un romanzo che avevo iniziato a scrivere tempo fa e poi abbandonato con una mezza sensazione venutami dalla lettura che stavo facendo, non so bene come, e arricchita da un'intuizione che era rimasta sepolta da qualche parte nei mesi precedenti: ho preso il quaderno e ho buttato giù una pagina di appunti per la nuova strada di un libro possibile, una storia che ora mi sembra molto più bella e affascinante. Ma se questo è il "processo creativo", se questa è l'origine di una storia, non ci vedo nulla di interessante: quello che accade nel cervello di uno scrittore - o di chiunque altro - è confuso e poco significativo. Cosa ho imparato dall'anamnesi che ho appena fatto? Niente. Di certo non a replicare il meccanismo, né tantomeno a darmi una qualunque ragione che neppure vorrei. E voi, cos'avete imparato? Niente, credo. Anche perché le idee sono cose labili, cittadine di un regno che sta a metà fra l'essere e il non essere: la parte dura è realizzarle, o avere l'umità di scartarle. Ma della loro genesi, non ho mai saputo che farmene.

 

www.giorgiofontana.com

 

 

Copyright 2012 by Empower Consulting Srl. Tutti i diritti sono riservati.
ClubDante S.r.l. è una società del Gruppo Empower Consulting S.r.l..
Tutti i servizi di comunicazione digitale del Portale sono forniti per mezzo della piattaforma Mail-Maker.