[A] Dall'Agorà di ClubDante

José Manuel Fajardo
Spagna

FacebookTwitterLinkedInMail-To

Le unghie della religione


29/05/2012

Ciò che caratterizza una persona intollerante non è la sua insensibilità, ma il fatto che la sua sensibilità si manifesti soltanto verso se stessa e la propria cerchia (cioè verso chi condivide pienamente i propri valori morali). Per questo i fanatici della religione passano la vita sentendosi offesi, perché pensano che la loro “sensibilità religiosa” sia stata attaccata ogni volta che qualcuno critica la loro Chiesa o si prende gioco dell’idea di Dio. Gli stessi che passano la vita a insultare coloro che si dichiarano atei (negando che abbiano veri valori morali) e a offendere il sentimento “laico” di milioni di persone, tirano fuori le lunghe unghie cresciute nel corso di cinque secoli in cui hanno imposto a ferro e fuoco la loro fede. Adesso è venuto il turno del cantante Javier Krahe che, per una canzone del 1978 che scherza su Cristo, corre il rischio di essere condannato per offesa alla religione. E tutto in nome di Dio, il quale, come ogni personaggio di fiction, non ha colpa di nulla.

 

Copyright 2012 by Empower Consulting Srl. Tutti i diritti sono riservati.
ClubDante S.r.l. è una società del Gruppo Empower Consulting S.r.l..
Tutti i servizi di comunicazione digitale del Portale sono forniti per mezzo della piattaforma Mail-Maker.